Italia protagonista alla Fiera del Libro di Bruxelles

0

Helpconsumatori
L’Italia  è  il  paese  ospite  d’onore  della  42°  edizione  la  Foire  du  Livre  de  Bruxelles. La fiera si terrà dal 1 al 5 marzo nella storica struttura  del  Tour  & Taxis  e  al  suo  interno  accoglierà  anche  uno  spazio  dedicato  alla  lettura,  un caffè letterario che darà voce ai tanti ospiti, alla presentazione di libri e alla convivialità. Un intero padiglione sarà dedicato all’Italia e ai libri italiani, alla cui supervisione c’è la dottoressa Stefania Ricciardi dell’Università di Liegi.
Illustri autori al padiglione italiano. Tra gli autori che saranno presenti Marcello Fois, Stefano Benni, Gianrico Carofiglio, Simonetta Agnello Hornby, Diego Marani, Michela Murgia, Caterina Bonvicini, Andrea Bajani, Marco Mancassola, Giuseppe Schillaci e Antonio Pennacchi. Gli autori prenderanno parte a diversi incontri tematici di fronte ad un pubblico internazionale.

Il Padiglione italiano ha ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Si aggiungono i patrocini  del  Ministero  per  i  Beni  e  le  Attività  Culturali,  dell’Ambasciata  d’Italia,  il sostegno del Ministero per gli Affari Esteri, dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, con la partecipazione  dell’Associazione  italiana  Editori  e  con  la collaborazione  della  Società  Dante Alighieri.

La prima  Foire  du  Livre  si è tenuta a Bruxelles nel 1969. Oggi siamo alla 42° edizione. Gli autori   saranno circa 1400, con circa 1000 autori venuti dall’Europa ma anche dal mondo intero. Insieme ai padiglioni dei libri, la cinque giorni sarà animata da eventi, discussioni e incontri con gli autori.

“Piola Libri”, storica libreria italiana a Bruxelles al padiglione italiano. “Cerchiamo di diffondere in maniera rilassata incontri letterari e conferenze per avvicinare anche il pubblico più giovane agli autori italiani”, afferma Jacopo Panizza, uno dei due gestori del caffè-libreria in rue Franklin 66, a due passi dal Berlaymont, il quartier generale della Commissione europea.

Leave A Reply