Il cuore nero d’Europa si ritrova in Danimarca

1

L’Indro.it
È fissato per sabato prossimo in Danimarca il raduno dei movimenti di estrema destra d’Europa. A promuovere l’iniziativa il partito inglese English Defence League (EDL), secondo il quale si tratta del primo passo verso la costituzione di un vero e proprio movimento paneuropeo. Ironia della sorte, il raduno avverrà poche settimane prima del processo ad Anders Behring Breivik, il pazzo estremista che ha ucciso 77 persone in Norvegia lo scorso luglio proprio in nome di valori riconducibili all’estrema destra come l’anti-immigrazione e l’avversione al socialismo. Una triste coincidenza che non fa di certo una buona pubblicità al raduno danese, dove sono attesi anche partecipanti italiani.
Non è la prima volta che l’English Defence League ci prova ad organizzare un raduno di questa portata. L’ultima volta è stato nell’ottobre 2010 ad Amsterdam, nei Paesi Bassi. In quell’occasione è finita male, o meglio a botte, e a prenderle sono stati proprio i partecipanti del raduno, picchiati dai tifosi della squadra di calcio dell’Ajax di ispirazione anti fascista. Anche se, a dire il vero, la formazione politica dell’EDL non è esattamente ’fascista’, o meglio nel senso politico stretto del termine. Si perché a ben guardare lo spirito del movimento, nato nel 2009 in Inghilterra, l’unica cosa chiara e definita è il suo obiettivo di opporsi alla diffusione dell’Islam, la legge della Sharia e l’estremismo islamico in Inghilterra. Il resto dell’orientamento politico dell’EDL è in fase di discussione. Insomma, più che un partito, un embrione di partito.

Ma questo non toglie peso all’ambizione dei suoi leader, secondo i quali al raduno di sabato ci saranno centinaia di persone. Una riunione “fondamentale” per i suoi organizzatori che vogliono costituire un network internazionale tra i movimenti che “la pensano allo stesso modo”.

Quanto basta per far preoccupare i leader europei, che guardano a raduni di questo tipo con sospetto, specie in un periodo di rinato vigore per i movimenti e partiti di estrema destra in Europa. “Si tratta di un momento critico, aggravato da una certa compiacenza troppo spesso dimostrata da molti politici europei nei confronti della minaccia dell’estrema destra in Europa”, ha commentato un preoccupato Claude Morals, eurodeputato laburista da Londra. “E questo nonostante l’evidenza dei fatti che mostra un costante crescere dei movimenti o formazioni politiche legate all’estrema destra. La loro organizzazione, impegno e radicamento continuano ad essere presi sotto gamba”.

Proprio negli ultimi mesi dell’anno scorso, infatti, un report pubblicato dalla think-tank ’Demos’ ha rivelato quanto l’estremismo di destra, e le idee ad esso connesse, stia conquistando ampie fette dei giovani europei, che cedono in questo modo alle sirene della xenofobia e del nazionalismo più oltranzista. Ma a far davvero paura nel caso del raduno danese è proprio il mix di simili idee.

Nick Lowles della Ong britannica Hope not hate, impegnata da sempre contro il razzismo e il fascismo, afferma di non aspettarsi una grande affluenza, ma che il raduno danese non va sottovalutato. “Questa manifestazione porterà a contatto molti leader dei cosidetti movimenti anti jaddisti all’insegna del crescente sentimento ostile ai musulmani in tutto il continente”. Secondo la Lowles, “il loro concentrarsi sulla minaccia portata dall’Islam, presentata come una guerra culturale, ha un ampio appeal sugli elettori, soprattutto in nord Europa. Loro mischiano estremismo islamico con immigrazione, una cosa che nella corrente situazione di crisi economica è estremamente pericolosa”.

A questo punto viene da chiedersi come la prenderà la Danimarca, il Paese ospitante di questo raduno e che qualche mese fa è confluito ’a sinistra’ con l’elezione della socialista Helle Thorning-Schmidt. Un gruppo di antifascisti ha già organizzato una contro manifestazione ad Aarhus, proprio nella stessa cittadina che ospiterà il raduno di estrema destra. Questa volta, i supporter dell’Ajax potrebbero non bastare.

Discussion1 Comment

  1. solo l’ ESTREMA DESTRA con una grande CRISI puo’ finalmente debellare la feccia del MONDO, i mussulmani islamici e tutti i seguaci anche i negri che sono islamici, buttateli fuori prima che sia troppo tardi, si deve gioire finalmente nella rinascita a DESTRA ma quella vera d’ EUROPA.

Leave A Reply