Germania, ecco il piano B per salvare l’Euro

0

pubblicato su Il Fatto Quotidiano del 26 maggio 2012
Le borse europee tutte positive avevano fatto ben sperare in mattinata ma a metà giornata la situazione si è capovolta. Lo spread schizza sopra i 420 punti, peccato dopo il recupero dei listini azionari e il calo di ieri non solo in Italia (399) ma anche in Spagna e Francia (114, nuovo minimo storico). A pesare è senza dubbio il clima di incertezza che resta nei mercati per la situazione della Grecia ma anche per l’incertezza sulle contromisure da prendere in sede europea.
Nonostante l’apertura ufficiale di Monti sugli Eurobond che ha così raccolto l’assist di François Hollande lanciato al Consiglio europeo di due giorni fa (23 maggio), la Germania non smuove di un millimetro il suo no alle obbligazioni comuni. Pur di non accettare l’emissione di Eurobond (tecnicamente “Stability bond”) Berlino è pronta a tutto, anche a un piano B. Lo rivela il settimanale tedesco Der Spiegel secondo il quale il governo tedesco sta preparando un piano in sei punti alternativo per stimolare la crescita in area Euro esportando, in parole povere, il modello tedesco nei Paesi periferici in crisi (Spagna, Italia, Irlanda, Grecia e Portogallo). Questo piano, a quanto pare, prevede la creazione di agenzie che si occuperebbero di vendere gli asset statali e la creazione di “zone a fiscalità agevolata” per attrarre gli investitori in Paesi come Grecia e Portogallo. E poi ancora la riduzione delle restrizioni del mercato del lavoro (decentrare la contrattazione collettiva e aumentare l’età pensionabile) e prevedere fondi speciali per avviare la privatizzazione delle numerose imprese controllate dallo Stato. Contro la disoccupazione giovanile, via libera all’apprendistato “duale” alla tedesca ovvero scuole professionali insieme a l’apprendistato in azienda. Questo piano, qualora confermato, verrà portato a Bruxelles per il summit europeo del 28 giugno dove bisognerà decidere una volta per tutte le misure da prendere per evitare il contagio greco.

Leave A Reply