‎Monaco‬, la finta integrazione uccide

0

Per troppo tempo le nostre ‘civili’ società occidentali si sono vantate di essere multiculturali, accoglienti e aperte all’integrazione. La verità è che le nostre città sono piene di ghetti, i nostri discorsi di pregiudizi e i nostri comportamenti di diffidenza nei confronti dello ‘straniero’. Basta poco per far sentire un immigrato, o un figlio di immigrato nato in Europa, non ben accetto o semplicemente ‘diverso’. Basta uno sguardo, una smorfia, basta girare la testa dall’altra parte. E’ inutile, ipocrita e alla fine pericoloso dirsi pro integrazione se poi non siamo veramente pronti a comportarci così nella vita di tutti i giorni, a vivere vicino a loro, a lavorare insieme a loro, a fare una famiglia insieme a loro. Se non siamo pronti a tutto questo, tanto meglio che ognuno se ne resti ‘a casa propria’. Il multiculturalismo così non funziona.
Ma attenzione: questo non vuol dire accettare ad occhi chiusi tutto quello che viene da una cultura diversa. Anche l’immigrato, e il figlio di immigrato, deve fare uno sforzo: rendersi conti che in Europa esistono dei valori fondamentali sui quali non si può transigere e che vanno accettati tout court, altrimenti meglio restarsene ‘a casa propria’. Uno di questi, ad esempio, è la assoluta libertà delle donne. Non esiste che in Europa una donna sia tratta da poco di buono solo perché in minigonna – discorso che vale anche per i signori europei. In Europa le donne ci piacciono libere, indipendenti, padrone di loro stesse e, possibilmente, poco vestite. Se così non piace, conoscete la strada.
A guadagnarci dalla finta integrazione – per ipocrisia degli europei e ottusità degli immigrati – sono da un lato i movimenti nazionalisti che vorrebbero costruire muri e cacciare tutti, dall’altro organizzazioni terroristiche in cerca di sempre più lupi solitari per destabilizzare il nostro sistema.
Il multiculturalismo è potenzialmente segno di civiltà e progresso. Ma ci vuole impegno e serietà sia da parte di chi accoglie sia di parte di chi viene accolto.

Leave A Reply